Carrara-Ingolstadt

La Festa della Birra di Carrara è nata soprattutto per celebrare il gemellaggio con la città tedesca di Ingolstadt e per trasferire a Carrara un angolo di Baviera.

Carrara è gemellata con diverse città (Rome in Danimarca, Erevan in Armenia, Kragujevac nell’ex Iugoslavia, Grasse in Francia, Novelda in Spagna e Dali in Cina), ma il gemellaggio con Ingolstadt non solo è il più vecchio dato che risale al 1962, ma è anche quello che si è sviluppato maggiormente e che ha prodotto intensi contatti a tutti i livelli.

I primi contatti con Ingolstadt risalgono al 1955, quando un gruppo di giovani tedeschi convinti europeisti, durante un viaggio in toscana fece tappa a Carrara e fu ricevuto in Comune dall’allora amministrazione comunale del sindaco Dazzi.

Il gruppo di giovani tedeschi era guidato da un avvocato di Ingolstadt, Werner Pössl, che si innamorò della nostra terra e si adoperò fortemente per avviare e intensificare i rapporti tra le due comunità. Rapporti che erano soprattutto basati su due temi ancora oggi fondamentali e attuali: l’idea di una Europa unita, di una Europa dei popoli da costruire non solo a livello istituzionale ma con il coinvolgimento diretto dei cittadini; la pace come valore prioritario e irrinunciabile per il futuro della stessa Europa e del mondo intero.

A quel tempo, poco più di 10 anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale, individuare e sviluppare questi temi aveva un significato particolare sul piano politico e sociale.

Il gemellaggio e la nascita della Festa

Per alcuni anni, tra le due città fu instaurato un rapporto di amicizia, che nel giugno del 1962 sfociò nella sottoscrizione del gemellaggio formale.

Da quell’anno si sono sempre più intensificati i rapporti a vari livelli tra le due comunità; incontri di delegazioni di assessori e consiglieri comunali, scambi culturali, visite di scolari e studenti, riunioni tra categorie economiche, partecipazione a fiere ed esposizioni.

Nel 1974, grazie ai rapporti tra le associazioni di commercianti delle due città, si tenne a Ingolstadt una “settimana italiana con eventi culinari e culturali”.

Da quella esperienza nacque l’idea di organizzare due specifiche Feste, una a Carrara e una a Ingolstadt, che ogni anno avrebbero dovuto celebrare il gemellaggio.

Werner Pössl, lo stesso giovane avvocato che era stato uno dei fautori del gemellaggio, cominciò a lavorare alla Festa della Birra da tenere a Marina di Carrara e nel 1976 organizzò una prima edizione sperimentale della Festa presso il bagno Venezia; edizione che avrebbe dovuto durare 3 giorni (dal venerdì alla domenica) ma che invece finì il sabato sera per l’eccessiva affluenza di visitatori: “Festa finita per troppo successo” fu l’ironico commento di Werner.

E proprio basandosi su quel successo, Werner continuò a lavorare al suo progetto e dopo due anni, alla fine del mese di agosto del 1978, presentò quella che è ufficialmente considerata la prima edizione della Festa della Birra (denominata SeptemberFest) presso la struttura della Caravella a Marina di Carrara.

Negli stessi anni, grazie soprattutto all’impegno della Associazione Commercianti di Carrara, anche a Ingolstadt nacque la “Festa del Vino/Wine Fest”, allestita nella centralissima RathausPlatz, la piazza del Comune.

La SeptemberfeFest/Festa della Birra di Carrara e la Festa del Vino/WineFest di Ingolstadt hanno rappresentato e continuano a rappresentare, sia pure con andamenti e risultati diversi, il momento più significativo dei rapporti di gemellaggio tra le due città e possono sicuramente contribuire a rafforzare ulteriormente questi rapporti, che necessitano di nuova linfa e nuovo slancio soprattutto in momenti così difficili per il futuro della comunità europea.

Partecipa a Tutti in Fiera

La mostra mercato della Festa dellla Birra di Carrara
Scopri di più